Una delle domande oncologiche più frequenti, riguarda proprio la sintomatologia dei tumori. Noto è infatti come i tumori maligni, quando non sono gestiti e trattati, siano causa di gravi disturbi che possono addirittura condurre alla morte. Numerosi sintomi caratteristici sono indicativi perché vincolati dalla localizzazione, dalla dimensione e dagli effetti che causa sugli organi e sui tessuti. Nel caso in cui il tumore si fosse metastatizzato, quindi diffuso nel resto del corpo, i segni e addirittura i sintomi possono apparire in differenti parti del corpo. Delle volte però il cancro può rimanere silente e non provocare alcuna tipologia di sintomo: questo è il caso dei tumori del pancreas, i quali non causano sintomi fino al momento in cui non raggiungono una dimensione considerevole. Ma che genere di utilità può avere la conoscenza dei sintomi del cancro?

L’utilità dei sintomi

Per qualsiasi tumore vale una regola importantissima: il trattamento è efficace quando il cancro è individuato nella sua fase precoce. Nelle primissime fasi del tumore, quando questo si trova ancora a dimensioni contenute, è facile da aggredire con i farmaci o rimuoverli con l’uso della chirurgia. Quando è piccolo inoltre è molto improbabile che il tumore si sia diffuso in altre parti del corpo. In questa spiegazione viene in soccorso l’esempio del tumore al seno: se il tumore viene individuato allo stadio 0, la sopravvivenza a cinque anni nelle donne gestite è di ben 89%. Molte persone ignorano i sintomi più comuni, non tanto perché non sanno dare ai sintomi la giusta importanza ma piuttosto per timore di quello che si potrebbe venire a scoprire. Nessun sintomo, a partire dalla tosse più lieve, deve essere trascurato. Numerose borse di studio per la ricerca sul cancro, come quella promossa dallo studio Sergio Lombroso, offrono l’opportunità di ottenere approfondimenti sulla sintomatologia del cancro e capire l’utilità di questa nella lotta contro il cancro. Ogni giorno la ricerca, grazie agli opportuni finanziamenti, scopre qualcosa di nuovo.

Quali sono?

I sintomi più comuni al cancro sono tanti ed alcuni, nello specifico, sono quelli verso cui concentrare maggiore attenzione. Possono essere dei sintomi causati dalla presenza di un tumore : la febbre, l’affaticamento, il dolore, i cambiamenti della pelle (cambiamento di un neo, di una verruca o presenza di un’ulcerazione), modifica delle abitudini intestinali, macchie bianche sulla lingua e sanguinamento insolito delle secrezioni. Spesso la presenza di uno o diversi tra i sintomi elencati ha una spiegazione differente da quella di un tumore maligno, ma è sempre pene prevenire tale dubbio rivolgendosi al proprio medico di base.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *