L’epidemia di coronavirus ha stravolto le nostre vite, costringendoci a rimanere a casa e riscoprire uno stile di vita più lento, incentrato sui valori sociali, gli affetti e il senso civico. Uno dei pochi lati positivi dell’epidemia è stato il crollo delle emissioni inquinanti dovuto allo stop delle fabbriche, dei trasporti, delle attività lavorative e ricreative. Gli animali si sono riappropriati dei loro habitat e il mondo è tornato a respirare.

Ciò deve farci riflettere su un modello eccessivamente consumista, in cui gli sprechi e le inefficienze creano seri danni ecologici. Quale momento migliore per pensare a come proteggere l’ambiente, imparando a riciclare nel modo giusto anche per sconfiggere la noia! Si tratta di un’opportunità per tutta la famiglia, per capire insieme ai propri figli come diminuire il proprio impatto ambientale e divertirsi liberando creatività e fantasia.

L’importanza di un riciclo efficiente dei rifiuti

Nonostante possa sembrare un concetto ovvio e scontato, è fondamentale ribadire l’importanza del riciclo, soprattutto di alcuni materiali come la carta e il cartone. Innanzitutto bisogna sempre fare la raccolta differenziata, un modo per rispettare l’ambiente e diminuire gli scarti che vengono interrati o bruciati. In entrambi i casi, infatti, si danneggia l’ecosistema e si usano risorse preziose per queste operazioni di smaltimento, interventi che risultano costosi e inquinanti.

Al contrario è indispensabile promuovere il riutilizzo, ad esempio attraverso uno smaltimento della carta corretto, affinché il materiale possa essere adoperato più volte ottimizzando al massimo le sue potenzialità. La maggior parte delle risorse energetiche viene impiegata per la produzione o l’estrazione del materiale primario (plastica, alluminio, cartone, ecc…). Al contrario, invece, il secondo o il terzo riuso richiedono un dispendio energetico minimo, con un rilascio di emissioni inquinanti notevolmente inferiore rispetto alla creazione ex novo.

Per questo motivo è importante riciclare nel modo giusto, separando i rifiuti in casa e possibilmente pulendoli prima di gettarli nel cassonetto della differenziata. Allo stesso modo bisogna favorire l’acquisto di prodotti e articoli realizzati con materiali di recupero, un gesto che incentiva le aziende impegnate nell’economia green e nello sviluppo di un futuro sostenibile, attraverso quella che viene chiamata economia circolare.

Il riciclo creativo: come divertirsi con il cartone di recupero?

Il cartone è uno dei materiali più preziosi che abbiamo a disposizione, poiché è completamente riciclato e riutilizzabile innumerevoli volte. Tutto parte con lo smaltimento della carta, un processo che consente di recuperare imballaggi e prodotti di vario tipo, per scioglierli nella pasta basica, pulirli dalle impurità e ottenere un materiale 100% riciclato.

Tuttavia la carta e il cartone sono anche degli ottimi materiali grezzi per il riciclo creativo in casa, un’occasione per trascorrere del tempo con la propria famiglia in maniera educativa. Ciò è ancora più importante in questo momento, quando la quarantena obbligatoria ci obbliga a passare molto tempo chiusi dentro le nostre abitazioni. Ecco che l’ecologia e la cura dell’ambiente si possono trasformare in un’attività funzionale, per liberare la fantasia e ingegnarsi per proteggere il nostro ecosistema.

Il cartone è veramente una fonte inesauribile per giocare con i bambini, infatti si possono trovare tantissimi tutorial e video esplicativi su internet e sui social, dove viene mostrato come usare questo materiale per realizzare praticamente di tutto. Ad esempio, con un imballaggio di cartone è possibile creare un telefono fisso con la cornetta, uno strumento musicale, una casa rifugio per i più piccoli, oppure dei mobili per le bambole e i personaggi di gioco dei bambini.

In alternativa si può impiegare il cartone in maniera funzionale, per creare oggetti che servono realmente per la vita di tutti i giorni. Ad esempio è possibile fare dei contenitori, da dipingere oppure da rivestire con altri materiali come stoffe o tessuto jeans, mentre con un po’ di abilità in più si può mettere in piedi un vero e proprio mobiletto per la casa. Un’altra idea molto gettonata online sono le lampade, per dare vita a strutture particolari che permettono di ottenere dei giochi di luce davvero suggestivi.

Raccolta differenziata: come farla nel modo giusto?

Lo smaltimento di carta, cartone, plastica e altri materiali riutilizzabili deve essere eseguito in maniera corretta, altrimenti diventa veramente difficile e complesso riuscire a riciclare in modo efficiente. Prima di tutto è indispensabile dotarsi di contenitori diversi, per iniziare la separazione in casa, magari coinvolgendo anche i bambini per educarli fin da piccoli a una maggiore coscienza sociale a ambientale.

Dopodiché è fondamentale usare contenitori appropriati per ogni materiale, quindi un sacchetto di plastica per la plastica, una scatola di cartone per la carta, oppure di plastica ma senza buttarla nel secchione, un sacchetto biodegradabile per l’umido e così via. Per materiali come il vetro e i metalli si possono adoperare delle buste di tela, ricordandosi di pulire le bottiglie prima di gettarle via, un’operazione che aiuta le aziende che si occupano del recupero e del trattamento dei rifiuti.

Ovviamente la situazione nel nostro Paese sta migliorando, come dimostra il successo di aziende come la GV Macero in provincia di Bergamo, un esempio in quanto a innovazione e tecnologie applicate al ciclo dei rifiuti e al recupero di vari materiali. Purtroppo non tutti i comuni italiani sono riusciti a raggiungere gli stessi risultati, perciò serve ancora più impegno da parte nostra, attraverso scelte consapevoli sui prodotti che acquistiamo, un riciclo creativo in casa e lo smaltimento di cartone, plastica e altri materiali effettuato in modo efficiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *