mascherine FFP2

Da qualche mese è arrivato in Italia il tanto temuto quanto sconosciuto virus SARS-Cov19, il nuovo Coronavirus il cui focolaio è scoppiato nella regione cinese di Whan. La malattia che ne consegue è chiamata Covid-19 ed è una patologia dai sintomi estremamente soggettivi e variabili da paziente a paziente. Alcune persone riscontrano complicazioni tali da essere sottoposti ad un trattamento ospedaliero di terapia intensiva mentre altre, per fortuna, non riscontrano alcun sintomo. Anche se rincuora sapere che non tutti coloro che vengono contagiati sono costretti a subire conseguenze tanto gravi, l’altro lato della medaglia è la possibilità di essere contagiati e non saperlo e quindi, di conseguenza, infettare altre persone credendo di essere sane.

Questo è il motivo principale per cui in molte delle regioni si sono rese obbligatorie misure di emergenza come l’indossare le mascherine e i guanti al supermercato, in farmacia e in qualsiasi attività messa a disposizione per le strette necessità dei cittadini. In caso contrario, naturalmente, per legge è obbligatorio restare confinati nella propria abitazione.

Mascherine FFP2

A generare non pochi dubbi è la vasta scelte di tipologie di mascherine disponibili in commercio. Una delle più utilizzate è la FFP2, più tecnologiche e complesse delle normali mascherine chirurgiche alle quali siamo abituati. Si tratta di mascherine dotate di filtro e sono pertanto, in grado di proteggere dall’infezione da nuovo Coronavirus. Prima dell’acquisto e dell’utilizzo è importante leggere attentamente le istruzioni e non sbagliare il metodo d’uso, cosa che potrebbe potenzialmente rivelarsi estremamente pericolosa. Alcune, come le mascherine FFP2 consigliate da migliorimascherine.it  sono dotate di spiegazione minuziosa circa le loro caratteristiche e la modalità con cui devono essere indossate e trattate.

Quando usare le mascherine FFP2

Inizialmente si consigliava l’utilizzo delle mascherine in caso di positività alla patologia Covid19, ora le mascherine sono state rese obbligatorie in molte parti d’Italia. Una delle motivazioni è proprio che molti soggetti sono asintomatici o lievemente sintomatici e questo rende difficile una diagnosi completa dei casi totali. In via precauzionale, le FFP2 sono una valida opzione per evitare il propagandarsi dell’infezione. La mascherina dev’essere utilizzata quando si esce per fare compere necessarie come farmaci, generi alimentari e per andare a fare visite mediche non procastinabili e per andare a lavoro.

Come si usano le mascherine FFP2

Le mascherine vanno indossate senza minimamente toccare l’interno o l’esterno del dispositivo. Le due molle laterali per le devono essere il solo e unico ausilio per poterle adagiare sulle orecchie. Mentre si sta indossando la mascherina è fondamentale fare estrema attenzione a non toccarla sulla parte esterna e nel toglierla, bisogna ricordarsi di lavare le mani prima e dopo averlo fatto. Le mascherine FFP2 devono restare asciutte e perfettamente integre, altrimenti si rende obbligatorio gettarle via nel contenitore della raccolta indifferenziata. Un uso scorretto delle mascherine può diventare un vero e proprio problema per la sanità pubblica in questo momento. Toccarne una zona infettata e successivamente avere contatto con superfici può contribuire al propagarsi dell’infezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *