Alimentazione biologica per bambini

L’alimentazione fin dai primi mesi di vita di un neonato ha un ruolo molto importante e per questo, ci sono moltissime persone che decidono di intraprendere un percorso alimentare di tipo biologico. Questo regime alimentare include al suo interno, il consumo di alimenti prodotti senza l’utilizzo di agenti chimici, conservanti, fertilizzanti o pesticidi che generalmente vengono impiegati nel settore agricolo e che nei bambini possono essere più pericolosi. 

Un’alimentazione sana e corretta viene sempre consigliata durante la crescita dei più piccoli, per consentire di nutrirsi in modo adeguato fin dai primi mesi di vita. Frutta, verdura, cereali, carne e tutti gli alimenti dedicati per i bambini, possono essere prodotti in modo biologico. Tutti gli alimenti per i bambini, infatti, sono realizzati grazie all’utilizzo di materie prime che sono soggette a controlli di qualità molto ferrei.

Le materie prime scelte per i prodotti bio oltre a subire i normali controlli, provengono da agricolture e allevamenti sostenibili che rispettano non solo i tempi ma anche la natura. Nel caso ad esempio degli omogeneizzati bio i controlli avvengono a partire dalla materia prima utilizzata, per proseguire nella successiva fase di confezionamento, imballaggio ed etichettatura.

Perché scegliere cibi biologici per i bambini?

La qualità di questi prodotti, che vengono realizzati mediante l’utilizzo di materie prime soggette a rigidi controlli, è la motivazione principale per cui sempre più genitori si orientano sulla scelta alimentare di prodotti biologici per i loro figli.

Un altro fattore che spinge sempre più verso la scelta di questi alimenti, è l’assenza dei pesticidi che invece possono essere presenti dell’alimentazione tradizionale, risultando così dannosi per i bambini. Nel loro organismo, infatti, è presente una maggiore quantità di grasso rispetto gli adulti e molti di questi pesticidi si depositano nel tessuto adiposo. Le cellule si sviluppano velocemente e sono sottoposte agli effetti tossici dei pesticidi. Il consumo di questi prodotti sembra essere anche in grado di ridurre la possibilità di sviluppare allergie e intolleranze alimentari.

Il cibo biologico è più ricco di sostanze nutritive e quindi facilmente assimilabile. L’assenza di coloranti, conservanti, agenti chimici, fa sì che le vitamine, i minerali, le proteine e i carboidrati possano raggiungere l’apparato digerente velocizzandone l’utilizzo.

Con la produzione di prodotti bio, si aiuta a migliorare non solo l’ambiente circostante ma anche la qualità della vita degli animali che vengono allevati con un’alimentazione naturale, così da produrre ad esempio uova più ricche e nutrienti, carni, latte e formaggi privi di antibiotici e anabolizzanti.

Quali prodotti scegliere?

Frutta e verdura sono prodotti che ogni bambino dovrebbe iniziare a mangiare fin dall’infanzia, seguendo quelle che sono le abitudini alimentari dei propri genitori. Sono alimenti che possono aiutare l’organismo ad assimilare sostanze fondamentali per il suo funzionamento e che consentono di migliorare il benessere fisico. Possono anche aiutare a contrastare o evitare l’insorgenza di patologie come obesità e sovrappeso, sempre più diffuse tra i giovani.

Si possono trovare sostanze al loro interno con una possibile azione antiossidante, come nel caso della vitamina C che aiuta a sviluppare le difese immunitarie, a favorire le funzioni dei vasi sanguigni e nel sistema nervoso, la formazione del collagene per ossa e pelle e a proteggere le cellule dall’ossidazione.

Per quanto concerne l’alimentazione biologica dei bambini, si possono iniziare a scegliere prodotti bio fin dallo svezzamento, introducendo alimenti come omogeneizzati di carne o pesce biologici, che derivano da allevamenti controllati oppure aggiungendo verdure biologiche coltivate senza prodotti chimici.

Inoltre, provenendo da agricoltura, industria e allevamenti che attuano processi di coltivazione e trasformazione senza l’utilizzo di sostanze chimiche come concimi, pesticidi, OGM, promuovono l’impiego di sostanze naturali, nel rispetto delle norme della Comunità Europea e dell’ambiente.

L’alimentazione bio, pertanto, offre tantissimi prodotti esattamente come quella tradizionale, ecco perché è importante che i bambini inizino ad abituarsi fin da piccoli al suo consumo, in modo da potere introdurre proteine, carboidrati e verdure necessari per il proprio sviluppo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *