Uno dei vantaggi di Facebook è la possibilità di pubblicizzare il proprio brand, attraverso una pagina con la quale fare attività di brand awareness. Ancora oggi il social è lo strumento migliore per far conoscere il proprio marchio, inoltre può essere sincronizzato con Instagram per ottimizzare ogni attività. Ecco alcuni suggerimenti su come promuovere un brand biologico su Facebook.

Creare dei post che raccontano il brand

La prima cosa da fare per sponsorizzare l’immagine di un brand è creare dei post adeguati, realizzando dei contenuti che raccontino il marchio. In particolare bisogna capire quali sono i valori dell’azienda, ad esempio sostenibilità, qualità dei prodotti, coltivazioni organiche, filiera a Km 0 e così via, per poi costruire delle storie intorno a questi concetti.

I contenuti possono essere di vario tipo, ad esempio articoli, post descrittivi, immagini e video, l’importante è produrre ogni risorsa in modo strategico. Tutti i contenuti infatti svolgono un ruolo preciso, perciò vanno bilanciati in modo adeguato in base al tipo di reazione che si desidera suscitare. Un aspetto da non sottovalutare è l’abbinamento del post a dei sentimenti specifici, usando colori, parole e musica.

Ovviamente è possibile comprare Mi Piace Facebook per aumentare la popolarità dei post, rendendoli più interessanti per l’algoritmo della piattaforma, il quale tenderà a mostrarli a un numero maggiore di utenti. Questa pratica però va usata con parsimonia, sempre all’interno di una strategia di qualità con dei post di reale valore per gli utenti.

Ottimizzare la pagina Facebook

Promuovere il brand senza una pagina Facebook ottimizzata non fa molto senso, infatti se i post servono per farsi conoscere all’interno della piattaforma la pagina è lo strumento per le conversioni. Per ottenere dei risultati concreti ogni elemento deve essere studiato, affinché il risultato sia gradevole e in grado di trasmettere i valori del brand.

In particolare ogni campo deve essere realizzato con cura, inserendo descrizioni dettagliate dell’azienda, dei prodotti e valorizzando i tratti distintivi che differenziano il proprio marchio dagli altri. Allo stesso tempo bisogna usare delle immagini di alta qualità, poiché la comunicazione visuale è un mezzo molto potente.

Inoltre devono essere ben chiari i punti forti del proprio servizio, ad esempio la consegna gratuita, l’origine biologica dei prodotti, oppure la presenza di un e-commerce dove acquistare online. Dopodiché devono essere ben visibili i contatti, dal link verso il sito web o lo store online fino al telefono, agli altri profili social e alla casella email.

Sincronizzare Facebook con Instagram

Anche Instagram e WhatsApp fanno parte di Facebook, perciò bisogna sfruttare questo aspetto e sincronizzare sempre la pagina su Facebook con il profilo Instagram. In questo modo è possibile comunicare sui due social in modo efficace, lasciando scegliere ad ogni utente il canale che preferisce, aumentando il tasso di engagement e incrementando il ritorno sull’investimento.

Usati in modo strategico questi due social possono assicurare un ottimo metodo per la promozione del brand, per poi passare ad attività di pubblicità dei prodotti e infine di vendita. Inoltre è possibile creare collaborazioni con influencer del settore, proponendo sempre il doppio canale Instagram/Facebook.

Sponsorizzare i post a pagamento

La soluzione migliore in assoluto per sponsorizzare un brand sono i Facebook Ads, infatti i post a pagamento della piattaforma sono davvero utili per raggiungere i propri obiettivi rapidamente. Naturalmente è necessario realizzare dei contenuti adeguati, in grado di suscitare interesse e coinvolgere gli utenti.

Tuttavia con l’advertising di Facebook è possibile creare delle campagne molto profittevoli, con un investimento tutto sommato contenuto se paragonato ad altre forme di promozione a pagamento. L’importante è lasciar lavorare l’algoritmo del social network, in grado di capire a chi mostrare i post e quando farlo, basta impostare degli obiettivi in linea con i risultati che si vogliono ottenere.

Inoltre si possono pianificare le risorse in modo accurato, con sistemi di aumento del budget man a mano che si raggiungono dei traguardi. Senza contare che con i sistemi di tracciamento e di analytics è possibile monitorare le campagne in ogni momento, per ottimizzarle e tenere sempre sotto controllo la spesa e il ritorno dell’investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *